Siete sulla pagina dihttps://it.dacia.ch
image

Servizio Offerte Inverno

I migliori consigli per l’inverno

Check-up invernale Dacia

Con noi può affrontare ogni sfida invernale.

Uno sguardo fuori dalla finestra: la neve! Senza preoccupazioni e con la certezza che la sua Dacia è pronta a sfidare il freddo e le difficili condizioni stradali, salga a bordo, accenda i fari e si goda il viaggio.

Alt Image C29

Per una mobilità senza pensieri in inverno!

Check-up invernale Dacia

Il nostro check-up invernale Dacia al prezzo speciale di soli fr. 69.– è il miglior modo per godersi appieno l’inverno in tutta serenità.

 

Il check-up invernale Dacia andrebbe eseguito ogni anno. Si rechi in tempo presso la sua officina Dacia di fiducia.

 


Il nostro consiglio:

Se decide di effettuare il cambio delle ruote/dei pneumatici lo stesso giorno, il check-up invernale le costa, anziché fr. 69.–, soltanto fr. 59.–

Trovate il vostro concessionario
Alt Image C29

Gioia pura

Concorso invernale Dacia

Vincere fr. 100.-

Vinca uno dei 20 buoni officina del valore di fr. 100.-

 

Riscuotibile per una prestazione di servizio, una riparazione o degli accessori presso il suo partner Dacia.

 

Nessun valore minimo. 

Partecipa qui
Alt Image C29

Ruote e pneumatici invernali

Rispetto al pneumatico estivo, il pneumatico invernale rimane sufficientemente elastico anche con le temperature più basse, inoltre il profilo del battistrada consente di avere un’aderenza migliore.

Non importa se su neve, ghiaccio o bagnato, per la sua sicurezza in ogni condizione stradale abbiamo le ruote e gli pneumatici completi invernali ideali per la sua Dacia.

 

La invitiamo, quindi, a pensare per tempo a concordare da noi un appuntamento per il cambio. 

Scopri le ruote complete invernali Dacia

I nostri blog autunnali

In autunno siamo attirati all'esterno e ci godiamo gli ultimi caldi raggi di sole.

Tuttavia, questo bellissimo periodo di transizione comprende anche i preparativi per i freddi mesi invernali.

Già ora stiamo preparando la nostra auto per il cambio di stagione in modo da poter essere sulla strada senza pensieri in inverno.

dacia winter stories

Andato all’aria.

Finalmente ferie! Mia moglie Melanie e io non vedevamo l’ora di goderci le attività programmate che ultimamente hanno per così dire «sofferto». Abbiamo scritto sette idee su sette bigliettini che abbiamo messo in una scatola. Grande suspense quando ho pescato il primo: «Giro in bici sull’Aar»!

 

Il secondo giorno di ferie era una domenica e il tempo era favorevole. Ho montato il portabici e vi ho fissato le bici. Sono potuto partire però solo dopo che mia moglie ha controllato i supporti, nonostante ne avessimo comprato un «nuovo» portabici per sicurezza.

 

Lungo il tragitto verso Soletta mi veniva da sorridere ogni volta che mia moglie, per abitudine, si voltava e diceva tranquillizzata: «Ci sono ancora!».

 

Abbiamo parcheggiato alle piscine, vicino all’Aar, e preparato le nostre bici. Stupidamente avevo riposto gli zaini con le provviste nel bagagliaio, quindi stavo cercando di arrivarci dall’interno. Sono rimasto a bocca aperta quando Melanie con smorfia astuta ha inclinato il supporto con un gesto e il bagagliaio si è aperto.

dacia winter stories

La pista ciclabile segue il corso del fiume e dopo 32 chilometri saremmo dovuti arrivare a Bienne. Abbiamo sgambettato per bene con la sola forza dei nostri muscoli: ancora non avevamo bici elettriche, come quasi tutti i nostri conoscenti. Il bello dell’andare in bici per noi è che si vede così tanto: il paesaggio che cambia, fantastici biotopi e ampie distese verdi... piene di cicogne! La tipica immagine di Altreu con nidi su quasi ogni tetto. Dopo un sorso d’acqua abbiamo proseguito lungo la pista che come l’Aar si intrufola nel paesaggio.

 

Ed ecco che poco prima di Büren mi si buca la ruota posteriore. Che sfortuna! E il peggio è stato quando ho cercato inutilmente il kit di riparazione che ovviamente era a casa. In più di domenica. Così il nostro giro è andato all’aria a metà strada; per consolarci ci siamo concessi un giro in traghetto per tornare a Soletta. A bordo abbiamo fatto il nostro picnic osservando il panorama dall’altra prospettiva.

 

Per concludere ci siamo gustati un buon succo lungo l’Aar, già curiosi di sapere che bigliettino avrebbe pescato Melanie.

 

Simon

dacia winter stories

Una gita tra uomini

Finalmente! Dopo aver pianificato tutto, i miei ragazzi – ormai cresciuti – hanno caricato i bagagli in macchina. La nostra destinazione era un vecchio chalet sul passo del Brünig.

 

Durante il viaggio abbiamo riso di vecchie storie e quando Nick ha chiesto: «Quando arriviamo?» ho a malapena sentito la voce del navigatore satellitare... «Girare a sinistra». Ci siamo trovati su una strada ghiaiosa che portava a una ripida discesa. Avevo già la nausea, ma non potevo mostrarlo davanti ai miei figli. Tutti in sella! Le biciclette hanno mostrato una buona aderenza sulla ghiaia e così abbiamo raggiunto il rifugio senza problemi.

 

Incuriositi, abbiamo esplorato lo chalet della mia amica Silvia. Dietro la porta di legno c’era una piccola stanza con un camino aperto, due gradini più avanti un accogliente soggiorno con vano notte. L’elettricità del pannello solare era appena sufficiente per due lampade, l’acqua era disponibile nel pozzo vicino al fienile e nella dependance di fronte alla capanna: ne eravamo entusiasti!

 

Abbiamo giocato a frisbee, ci siamo rilassati sull’erba e ci siamo gustati due grossi pezzi di carne cotti sulla griglia che Denis aveva acceso all’esterno. È stato meraviglioso: il tempo sembrava essersi fermato. Nonostante fossimo stanchi, abbiamo scelto il percorso escursionistico per il giorno successivo, poi siamo andati a letto.

dacia winter stories

La mattina mi ha svegliato un tipico crepitio. Tim ha acceso il fuoco sotto il bollitore e preparato il caffè. Dopo aver mangiato pane e formaggio, ci siamo diretti a Lungern, dove è iniziata l’escursione. Ma prima di affrontare i 700 metri di altitudine, la funivia ci ha portato a Turren.

 

Uno stretto sentiero conduceva ripido verso l’alto, nel cielo blu, e il sole ci riscaldava il cuore. Già dopo i primi metri ho dovuto sbuffare forte. «Ce la fai?», mi hanno chiesto i miei figli. Quando siamo arrivati in cima, abbiamo visto un panorama montano travolgente che spaziava fino all’Eiger, al Mönch e alla Jungfrau.

 

Il percorso circolare portava a uno stretto crinale. Lentamente la fame si è fatta sentire e abbiamo divorato le provviste nei nostri zaini. Molto più in basso di noi c’era il lago di Sarnen. Dopo aver mangiato ed esserci riposati ci siamo rimessi in marcia e, dopo aver affrontato il tratto finale in mezzo a una mandria di mucche, ci siamo seduti con il fiatone sull’ultima funivia.

 

Abbiamo gettato l’attrezzatura da trekking in macchina. Per fortuna avevo una protezione per il bagagliaio, perché Nick si è ritrovato un bel regalino sulla suola. Durante il viaggio di ritorno a casa ci siamo ripromessi di ripetere presto questa gita tra uomini!

 

Martin

Alt Image C29

scopri ora!

Accessori invernali Dacia

Serve spazio in piû per le escursioni o qualche extra?

Ogni attività invernale sarà sicuramente più bella grazie ai nostri accessori invernali. All’interno del catalogo degli accessori trova tutto quello che desidera.

 

Sarà per noi un piacere fornirle una consulenza, anche personalmente, sul nostro vasto assortimento di accessori. 

Altri accessori

Le nostre idee regalo

Merchandising Dacia

Arricchisca la sua esperienza Dacia con i nostri pratici prodotti: Abbigliamento, giocattoli, modellini e tanto altro ancora.

Continuando la navigazione del sito autorizzi Renault Svizzera SA e i suoi partner ad utilizzare i cookie per analizzare le funzionalità e l'efficacia del sito e per proporti messaggi pubblicitari in linea con i tuoi interessi e le tue interazioni attraverso i social networks.
Scoprire di più